Caleidoscopio Naturae - Lanfranco Radi

Caleidoscopio Naturae - Lanfranco Radi
da Sabato 25/06/2016 a Domenica 18/09/2016
305 visualizzazioni dal 01/01/2018
Una mostra allestita a Palazzo Trinci, permette di conoscere l'emozionante e magistrale opera pittorica di Lanfranco Radi, che proprio negli anni Sessanta restaurò lo splendido palazzo di Foligno. Molto conosciuto e apprezzato come progettista di architetture, disegnatore botanico, Radi ha ideato nel 1959 l'HumorFest e la celebre mostra Lo Spazio dell'Immagine (1967).

Lanfranco Radi fu artista schivo e riservato, e quella curata da Michela Morelli è la prima mostra che ne documenta l'intero itinerario creativo. Organizzata dall'associazione Ekphrasis. Cenacolo d'Arte e curata da Michela Morelli, Caleidoscopio Naturae mette in mostra per la prima volta circa quaranta opere tra disegni e dipinti di Lanfranco Radi, noto architetto folignate, che, a partire dagli anni Sessanta, si dedicò con costanza e notevoli risultati alla pittura.

Lanfranco Radi (Foligno, 1932 – 2006) è stato un creativo a tutto tondo: architetto, disegnatore, illustratore botanico e satirico, pittore e designer. La creatività è stata il veicolo della ricerca esistenziale di Radi: i disegni di progetto, l'arte e gli oggetti che amava creare furono strumenti di conoscenza consapevole, mai improvvisata.

A Foligno, dove ha sempre lavorato e vissuto, ha lasciato un'eredità umana, culturale e artistica preziosa e feconda, apprezzata in modo unanime e affettuoso dalla comunità dei suoi concittadini. “Generoso utopista” (come lo ha raccontato Giovanni Picuti), con lo sguardo lucidamente critico sul presente, sensibile ai temi della difesa dell'ambiente e della memoria storica, l'impegno civile e culturale di Radi ha conquistato traguardi importanti, come la riscoperta dell'ala medievale di Palazzo Trinci (1962-1963) e il restauro dell'antica abbazia benedettina di Sassovivo. A Palazzo Trinci Radi ha ideato e allestito con Gino Marotta, intorno al celebre Ambiente spaziale a luce nera di Lucio Fontana (1949), Lo Spazio dell'Immagine (1967), entrata nella storia delle più importanti mostre d'arte italiana degli anni Sessanta. All'antica tradizione dei torchi folignati Radi ha contribuito con due volumi di sue illustrazioni botaniche, Hortus Celatus (1996) e Hortus Mirabilisc (1999), raffinate edizioni d'arte ancora oggi ricercate tra i cultori delle belle letture. Nel decennale dalla sua morte, Palazzo Trinci ospita l'opera pittorica di Radi, ed è un momento straordinario per conoscere Lanfranco, perché egli visse il suo talento artistico con umiltà e riservatezza, esponendo al pubblico solo in rare occasioni. Sereno nell'indole e nell'esistenza, mite e schiva, Radi si è sempre dedicato con amore, genio, talento e rigore alla pittura.

I suoi quadri, commoventi e di grande temperamento artistico, eredi della ricerca di Giacomo Balla sull'arte totale e la filosofia del colore, sodali con il linguaggio cinetico e ritmico di Piero Dorazio, accompagnano le emozioni e l'immaginazione verso proiezioni siderali del creato o dentro infiniti microcosmi. La mostra, patrocinata dal Comune di Foligno, dall'Accademia di Belle Arti “P. Vannucci” di Perugia, dall'Accademia Fulginia e dalle associazioni Orfini – Numeister e Demetria Eventsmanagement di Foligno, è corredata da un catalogo curato da Michela Morelli edito da Il Formichiere di Foligno in cui i testi della curatrice e di Fabio Marcelli, delineano con rigore il profilo di Lanfranco Radi pittore ed il contesto in cui questa sua opera si è sviluppata. L'associazione Ekphrasis.


Cenacolo d'Arte è nata in seno al dipartimento di Storia dell'Arte dell'Università degli Studi di Perugia come associazione di studenti ed ex-studenti del suddetto Ateneo al fine di mettere in pratica gli insegnamenti acquisiti. Attiva sul territorio umbro dal 2009 ha organizzato, in collaborazione con enti pubblici e privati (tra i quali Università degli Studi di Perugia, Comune di Perugia, Forum Regionale dei Giovani Umbria etc.), diversi eventi culturali tra i quali mostre, laboratori, seminari, cineforum e conferenze a carattere nazionale ed internazionale (info: https://www.facebook.com/ekphrasis.it/ ).


Orari di apertura
Tutti i giorni tranne i lunedì non festivi 10:00 – 13:00 15:00 – 19:00

Prezzi
Ingresso mostra 3,00 €
Ingresso mostra + complesso Museale Palazzo Trinci 6,00 €
Ingresso gratuito per: portatori di handicap; candidati del Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell'Esercito;
primo giovedì di ogni mese per gli alunni delle scuole del Comune di Foligno accompagnati dagli insegnanti (mattina, su prenotazione) o dai genitori (pomeriggio); gruppi scolastici che aderiscono ai progetti didattici del Museo
Argomenti che potrebbero interessarti:
Eventi Foligno
Mostre Umbria
 
 
Svuota Campi