Concerto di Natale a Terni

Concerto di Natale a Terni
Sabato 22/12/2018
Terni (TR)
126 visualizzazioni dal 01/01/2018
L'Orchestra Filarmonica Marchigiana (FORM) è una delle 13 Istituzioni Concertistiche Orchestrali ricono - sciute dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

La FORM affronta un vasto repertorio, sia lirico sia sinfonico, con notevole duttilità sul piano artistico e interpretativo, come dimostra l'ampia e variegata gamma di interpreti e direttori d'orchestra con cui ha collaborato: Gidon Kremer, Natalia Gutman, Vladimir Ashkenazy, Ivo Pogorelich, Uto Ughi, Salvatore Accar - do, Alexander Lonquich, Mario Brunello, Gustav Kuhn, Woldemar Nelsson, Donato Renzetti, Andrea Battistoni. Sensibile alle realtà locali, realizza nel territorio marchigiano concerti per i maggiori enti e associazioni musicali, con una particolare attenzione al pubblico delle scuole.

La FORM partecipa regolarmente anche ad eventi a carattere nazionale e internazionale, fra i quali vanno ricordati: il Concerto di fine anno al Quiri - nale (2005); il Concerto per la vita e per la pace – Roma, Betlemme, Gerusalemme (2006); il concerto per l'Inco - ntro nazionale dei giovani a Loreto (2007); la partecipa - zione al Festival Internazionale di Izmir (2009) e al Festival Internazionale di Hammamet (2010); il Concerto in onore di Benedetto XVI (2011); il Concerto “De-Sidera” con Giovanni Allevi (2011); l'inaugurazione del Rossini Opera Festival con il concerto sinfonico “La bottega fantastica – Omaggi d'autore a Gioacchino Rossini” (2012); La Traviata di Giuseppe Verdi presso la Royal Opera House di Muscat (2013). Grazie alla sua versatilità, l'Orchestra Filarmonica Marchigiana è protagonista di produzioni che vanno ben oltre il repertorio classico e contemporaneo, con numerose incursioni in ambito jazzistico e della canzo - ne d'autore. Ne sono prova le eccellenti collaborazioni con Paolo Fresu, Danilo Rea, Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Martin Wind, Joe La Barbera, Gino Paoli, Francesco De Gregori e Max Gazzé. Attualmente la FORM si avvale della direzione artistica del Maestro Fabio Tiberi e della direzione principale, dal 2015, del Maestro Hubert Soudant.


STEFAN MILENKOVICH violino solista e concertazione.
Stefan Milenkovich, nato a Belgrado nel 1977, inizia a studiare il violino all'età di tre anni dimostrando subito un'eccezionale attitudine. A soli sei anni si esibisce per la prima volta da solista con l'orchestra, dando così inizio a una carriera strabiliante che lo porta in breve tempo a esibirsi anche per Ronald Reagan, Mikhail Gorbaciov e Giovanni Paolo II. A sedici anni ha raggiunto il traguardo del millesimo concerto, a Monterrey in Messico.

Ha conquistato numerosi premi in altrettanti concorsi internazionali: Indianapolis (USA), Tibor Varga (CH), Queen Elizabeth (BE), Yehudi Menuhin (GB), Lipizer di Gorizia, Paganini di Genova, Ludwig Spohr di Hannover. Il suo talento è ormai universalmente riconosciuto e i direttori (tra cui Lorin Maazel, Daniel Oren, Neville Marriner) e le orchestre con cui ha collaborato lo testimoniano: Berliner Symphoniker, Orchestra di Stato di San Pietroburgo, Orchestra del Teatro Bolshoi, Helsinki Philharmonic, Orchestra di Radio-France, Orchestra Nazionale del Belgio, Filarmonica di Belgrado, Indianapolis Symphony Orchestra, New York Chamber Symphony Orchestra, Chicago Symphony Orchestra, ecc. Nell'ambito della musica da camera è invitato regolarmente alle Jupiter Chamber Music Series; è inoltre fondatore e membro del Corinthian Piano Trio e più recentemente del Formosa Quartet. La sua discografia include le sonate e partite di Bach e l'integrale delle composizioni per violino solo di Paganini (Dynamic 2003). È impegnato anche in cause umanitarie: nel 2003 gli è stato attribuito il riconoscimento “Most Human Person”. Ha preso parte a numerosi concerti patrocinati dall'UNESCO, esibendosi al fianco di Placido Domingo, Lorin Maazel, Alexis Weissenberg e Yehudi Menuhin. Per quanto riguarda l'attività didattica, nel 2002 è stato assistente di Itzhak Perlman alla Juilliard School di New York, prima di accettare l'attuale incarico di professore di violino all'Università dell'Illinois (Urbana-Champaign, USA).

PROGRAMMA
Antonio Vivaldi
“Le Quattro Stagioni”
da “Il Cimento dell'Armonia e dell'Invenzione”, op. VIII

Astor Piazzolla
“Las Cuatro Estaciones Porteñas”
(Le Quattro Stagioni “da Buenos Aires”) versione per violino e archi di L. Desyatnikov

A. Vivaldi Concerto per violino in mi magg., op. VIII, n. 1 RV 269 La Primavera
I. Allegro II. Largo III. Allegro

A. Piazzolla Verano Porteño (Estate “da Buenos Aires”) Allegro moderato – Lento – Tempo I – Lento – Tempo I

A. Vivaldi Concerto per violino in sol min., op. VIII, n. 2 RV 315 L'Estate
I. Allegro non molto – Allegro
II. Adagio e piano – Presto e forte
III. Presto

A. Piazzolla Otoño Porteño
(Autunno “da Buenos Aires”)
Allegro moderato – Lento – Allegro moderato – Lento – Allegro moderato

A. Vivaldi Concerto per violino in fa magg., op. VIII, n. 3 RV 293 L'Autunno
I. Allegro II. Adagio molto III. Allegro

A. Piazzolla Invierno Porteño
(Inverno “da Buenos Aires”)
Lento – Più mosso – Lento – Allegro – Lento – Più mosso

A. Vivaldi Concerto per violino in fa min., op. VIII, n. 4 RV 297 L'Inverno
I. Allegro non molto II. Largo III. Allegro

A. Piazzolla Primavera Porteña
(Primavera “da Buenos Aires”)
Allegro – Lento – Tempo I – Lento – Tempo I
 
Argomenti che potrebbero interessarti:
Eventi Terni
Natale in Umbria
Concerti a Terni
 
 
Svuota Campi