Cloch-Art - Artistinstrada

Cloch-Art - Artistinstrada
Perugia (PG)

I barboni sono randagi scappati dalle nostre case, odorano dei nostri armadi, puzzano di ciò che non hanno, ma anche di tutto ciò che ci manca. Perché, forse, ci manca quell’andare silenzioso totalmente libero, quel deambulare perplesso, magari losco, eppure così naturale, così necessario; quel fottersene del tempo meteorologico e di quello irreversibile dell’orologio. Come marionetta, gambe larghe sull’asfalto, testa reclinata sul guanciale di un muro, i barboni delle nostre metropoli ci guardano passare senza distrarsi, silenziosi. Analizzando questa piaga sociale, la compagnia porta avanti il problema e il barbone del futuro è immaginato come un’artista, anzi come i personaggi, gli attori, pittori, danzatori, scrittori oramai inutili ad una società troppo impegnata a correre verso il profitto e la commercializzazione. Così la scena si caratterizza e i rifiuti di questa società buttati nei vicoli diventano libri, i quadri e i costumi scenografie di un mondo che non serve più; come questi anche i protagonisti vengono abbandonati a se stessi e lasciati soli nel loro vecchio e inutile mondo. Il ClochArt è quindi il barbone artista, rifiutato dal mondo moderno perché inutile, imprigionato nella sua parte, nel suo monologo, nel suo personaggio, follemente speranzoso di un ritorno all’arte, laddove la speranza è pericolosa. Lo spettacolo si snoda, quindi, in un’atmosfera ricercata ed originale, attorno ad alcuni personaggi: un folle Amleto… due cinici Rosencrantz e Guildenstern… e altri che tentano di riscattarsi da questa situazione e da un sistema che li vuole fuori o schiavi. Una lotta contro il loro ego, la loro arte, il loro mondo. Una critica forte alla società moderna, un impatto duro e diretto verso il pubblico, aggrappato ad un sogno, triste e delirante. Un urlo dell’arte e degli artisti con il quale la compagnia ”OcchisulmondO” porta i suoi performers ad una contaminazione totale della scena grazie alla musica, alla danza, alla recitazione e all’acrobatica perfettamente fuse insieme senza limiti descritti. Interpreti: Daniele Aureli, Silvia Imperi, Andrea Mengaroni, Amedeo Carlo Capitanelli, Matteo Svolacchia, Arianna Cianchi, Serena Gabriele, Paolo Benedetti, Massimiliano Burini. Scenografie: Daniel Anton Taylor Coreografie e movimenti di scena: Arianna Cianchi Drammaturgia e Regia: Massimiliano Burini Disegno Luci: Patrick Vitali Audio e Fonica: Massimiliano Momaroni, Emanuele Frusi

Ti potrebbero interessare anche...
Argomenti che potrebbero interessarti:
Eventi Perugia
Manifestazioni e Festival
Festival Perugia
 
 
Svuota Campi