ClochArt - Artistinstrada

ClochArt - Artistinstrada

La Compagnia Teatrale OcchisulmondO presenta Cloch-Art Artistinstrada Interpreti: Daniele Aureli, Silvia Imperi, Amedeo Carlo Capitanelli, Matteo Svolacchia, Arianna Cianchi, Serena Gabriele, Paolo Benedetti, Massimiliano Burini, Irene Coletta. Scenografie: Daniel Anton Taylor Coreografie e movimenti di scena: Arianna Cianchi Drammaturgia e Regia: Massimiliano Burini Disegno Luci: Patrick Vitali Audio e Fonica: Massimiliano Momaroni, Emanuele Frusi La compagnia OcchisulmondO ha iniziato da 4 anni a dirigere il suo lavoro verso la ricerca di un acting style che la contraddistingua. L'influsso dei diversi percorsi formativi che caratterizzano la preparazione dei suoi membri ha portato il gruppo a ricercare dentro gli stessi quei legami che potessero fungere da base per l'inizio di una contaminazione di stili. La compagnia, formata appunto da giovani artisti provenienti dalle maggiori realtà formative nazionali, è composta da danzatori, acrobati e attori, con già esperienze artistiche con grandi realtà come i Kataklò, la compagnia Zappalà Danza, Cinecittà, solo per citarne alcune. Il percorso della compagnia, iniziato 4 anni fa con la produzione dello spettacolo Ultimo Round che fondeva appunto gli stili sopra citati, si caratterizza anche per una drammaturgia del testo che rielabora la poesia, la prosa e il testo narrativo, fondendoli assieme per riproporli in chiave contemporanea, sfruttandoli in modo improprio, o, per meglio dire, guardandoli da un punto di vista diverso. Lo studio e la ricerca del movimento e del testo è aspetto basilare nel percorso della compagnia OcchisulmondO; un percorso difficile, che ha richiesto e richiede uno studio costante e una formazione continua dei suoi membri. L'ultima produzione che ha debuttato il 21 Febbraio 2008 al Teatro Pavone di Perugia con un tutto esaurito è la sintesi di un altro anno di lavoro che ha portato il gruppo ancora più avanti nella contaminazione cercando di abbattere sempre di più le differenze di stile. Cloch-Art – Artistinstrada è interamente costruito sull'idea che l'arte contemporanea stia vivendo un disagio, la rappresentazione è una metafora volta a guidare lo spettatore a una riflessione sociale sulla possibilità, sempre meno remota, che l'arte e gli artisti siano destinati ad essere esclusi dalla società, diventandone così i futuri barboni. La compagnia vuole rendere visibile agli occhi dello spettatore il disagio, la malinconia e l'amore per l'arte in uno spettacolo che fonde musica post moderna e danza con un testo che spazia da Shakespeare a Camus. Il Cloch-Art è un'artista ormai inutile in una società troppo impegnata a correre verso il profitto e la commercializzazione. Il sipario si apre su cornici vuote, vinili abbandonati, calamai essiccati dal tempo, costumi di scena stropicciati e libri impolverati, simboli di un mondo, quello artistico, che ormai non serve più. Lo spettacolo si snoda, quindi, in un'atmosfera ricercata ed originale, attorno ad alcuni personaggi: un folle Amleto… due cinici Rosencrantz e Guildenstern… e altri che tentano di riscattarsi da questa situazione e da un sistema che li vuole fuori o schiavi. Una lotta contro il loro ego, la loro arte, il loro mondo. Una critica forte alla società moderna, un impatto duro e diretto verso il pubblico, aggrappato ad un sogno, triste e delirante. Un urlo dell'arte e degli artisti con il quale la compagnia ”OcchisulmondO” porta i suoi performers ad una contaminazione totale della scena grazie alla musica, alla danza, alla recitazione e all'acrobatica perfettamente fuse insieme senza limiti descritti.

Ti potrebbero interessare anche...
Argomenti che potrebbero interessarti:
Eventi Spello
Manifestazioni e Festival
 
 
Svuota Campi