Mostra Internazionale di Arte Presepiale 2018/2019

Mostra Internazionale di Arte Presepiale 2018/2019
da Sabato 01/12/2018 a Domenica 06/01/2019
Città di Castello (PG)
594 visualizzazioni dal 01/01/2018
18ª edizione della Mostra Internazionale di Arte Presepiale nella cripta del duomo di Città di Castello.
 
La mostra internazionale di arte presepiale si è oramai inserita a pieno titolo tra le manifestazioni più prestigiose e qualificate del panorama Provinciale, Regionale e Nazionale. La finalità e l'obiettivo è quello da una parte di proporre quanto di bello e nuovo ci sia di opere presepistiche in Italia e all'estero, poi di valorizzare l'artigianato e le peculiarità artistiche nella nostra Regione, dall'altra parte quella di promuovere l'Alta Valle del Tevere dell'Umbria incentivando la presenza di turisti e visitatori provenienti da fuori regione.

In questa edizione saranno presenti circa 190 espositori provenienti da vari parti d'Italia, e da varie associazioni presepistiche, che contribuiranno a rendere come sempre importante la mostra di Città di Castello. Questo obiettivo è stato conseguito con l'impegno profuso dall'associazione presepistica locale che gestisce la mostra e che ogni anno realizza 25 opere da esporre, dal sostegno che questa manifestazione ha avuto sin dalla sua prima edizione dai soggetti pubblici ed istituzionali a livello regionale e comunale, da imprenditori e privati oltre che dalle autorità religiose che ci ospitano in quel prezioso scrigno e culla della nostra Cristianità che è la Cripta del Duomo di Città di Castello. 

La XIX edizione della mostra vedrà la presenza dei più grandi artisti Italiani del settore provenienti da scuole di Napoli, Bergamo, Palermo, Avellino oltre che Toscani ed Umbri, parteciperanno varie associazione come quelle di Napoli, di Avellino.
Saranno presenti raccolte private provenienti dalla Toscana e dalla Campania, la collezione Casillo, Rappuoli di Siena, Bonechi, Pecorari, Dini, Arca Raimondo di Terni con la collezione di Angela Tripi di Palermo e una novità assoluta con un pezzo di Giuseppe Criscione di Ragusa, dal titolo Natività Contadina Siciliana, che sarà di assoluto interesse per la sua particolarità.
 
Una sezione sarà dedicata a pittori Tifernati, che sul tema ci onoreranno con la loro presenza.
Una delle novità sarà sicuramente anche la presenza di un grande presepe Napoletano che nel 2017 è stato ospitato al Quirinale opera dell'associazione Presepistica Napoletana, poi un presepe a tema molto attuale Lo sbarco dei migranti che si annuncia di grande suggestione opera di Paolo Durante di Maddaloni (Na). Tornerà da Cascia l'Associazione Carbonari, che dopo il terremoto, hanno sospeso le attività e solo per Città di Castello presenteranno un presepe tradizionale allestito per l'occasione. Un bellissimo segnale di rinascita e di voglia di essere presenti comunque a Città di Castello.
 
Sarà inoltre presente un lavoro effettuato appositamente per la nostra mostra dalla Pro loco di Gricignano (AR) che a 360° riproduce vari tempi della vita di Gesù. Dopo due anni di assenza torneranno i tappetari di Camaiore con uno splendido lavoro a mosaico di segatura colorata.

Alla mostra potranno partecipare nella sezione appositamente allestita, le scuole, gli asili e le associazioni di assistenza per disabili che ci onorano sempre della loro presenza.

Sarà presente una parte della collezione Presepi dal Mondo di San Giovanni val d'Arno .
Nel quarto anniversario della sua prematura scomparsa verrà ricordato Gualtiero Angelini, colui che insieme ad altri appassionati del presepe, inventò e fù il motore propulsore di questa bellissima manifestazione, come per l'anno passato gli verrà dato il giusto tributo dedicandogli una sezione all'interno della mostra. Insomma moltissime ed interessanti novità.
 
A tutti gli ospiti provenienti da varie parti d'Italia, oltre che la sistemazione alberghiera, verrà offerta una conviviale alla quale parteciperanno come attori, vari imprenditori nel campo della ristorazione dell'alta valle del Tevere, dando così la possibilità di far conoscere ad un'ampia platea i vari prodotti enogastronomici locali.

La  XVIII scorsa edizione della mostra ha raggiunto pienamente gli obiettivi previsti con la visita di circa 10.000 persone di cui il 45% provenienti da fuori regione, dato evinto dal libro delle firme. La consistente presenza di visitatori si è resa possibile anche grazie alla pianificazione ed accordi con tour operator nazionali che hanno dirottato sulla manifestazione numerosi turisti. Questa manifestazione pertanto,  si conferma un punto di riferimento a livello economico e turistico non solo per il comprensorio, con un particolare riferimento all'utilizzo nel periodo natalizio di molte strutture ricettive.
Argomenti che potrebbero interessarti:
Eventi Città di Castello
Natale in Umbria
Presepi in Umbria
 
 
Svuota Campi