Teatro dell'Accademia - Svenimenti

Teatro dell'Accademia - Svenimenti
Tuoro sul Trasimeno (PG)
Incontriamo Anton Cechov, delicato e spiritoso, lieve e rivoluzionario. Entriamo nel suo labirinto creativo guidati dalle lettere che l’attrice Olga Knipper, sua moglie, continua a scrivergli anche dopo la morte, in un dialogo ininterrotto che vuole rievocarne presenza e voce. Ne emerge un ritratto pieno di contrasti di un uomo incantevole e complicato, medico per vocazione e scrittore per passione, affettuoso e intelligente osservatore degli umani, instancabile e gentile difensore degli ideali, amante della vita tumultuosa del teatro.

Uno sguardo furtivo, ma acutissimo, anzi cinico, sulla fragilità della condizione umana, che è contradditoria e finisce per avvitarsi dentro le sabbie mobili dell’esistenza. Tre scatole comiche per personaggi meschini ed eterni che Cechov osserva con sorriso melanconico e amaro. Dentro una scenografia minimalista, i tre interpreti sono superbi nelle caricature farsesche da vaudeville che aprono squarci di psicologia. Applausi meritatissimi.”
Nino Dolfo, Corriere della Sera

progetto, elaborazione drammaturgica Elena Bucci e Marco Sgrosso
un vaudeville dagli atti unici, dalle lettere e dai racconti di Anton Cechov
con Elena Bucci, Gaetano Colella, Marco Sgrosso
regia Elena Bucci
con la collaborazione di Marco Sgrosso
disegno luci Loredana Oddone
una produzione Centro Teatrale Bresciano


 ven 26 feb 2016 - ore 21:00



Info e Biglietti:
Prenotazione
Botteghino Telefonico Regionale
tel. 075 57542222 - giorni feriali ore 16:00 - 20:00
I biglietti prenotati possono essere ritirati in teatro entro le 20:30 del giorno dello spettacolo.

Ufficio informazioni pro loco
tel. 075 825220 i due giorni antecedenti lo spettacolo
da lunedì a sabato dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 18:30

Botteghino teatro comunale dell’accademia
tel. 334 3259640 il giorno dello spettacolo dalle 19:00
Ti potrebbero interessare anche...
Argomenti che potrebbero interessarti:
Eventi Tuoro sul Trasimeno
Teatro Umbria
Teatro dell'Accademia
 
 
Svuota Campi